Parchi naturali

Valle Inferno e Bandella

Al turista che ha scelto Arezzo per le sue vacanze, consigliamo una visita nella riserva del Valdarno: la Valle dell’Inferno: questa riserva naturale protegge 531 ettari di territorio palustre lungo il tratto valdarnese dell’Arno. Si tratta di una zona formatasi negli anni ’50 ai bordi dei laghi formati dalle dighe. In tutta la zona la caccia e la pesca sono sottoposte a una specifica regolamentazione, per non sbilanciare negativamente l’ambiente circostante.

Le acque dell’Arno, pulitissime in questo tratto, vanno a formare il cosiddetto Lago di Levane, al quale si associa la zona di Bandella, formatasi per l’allagamento della valle del torrente Ascione. In questo punto si concentrano numerose specie di uccelli, che arricchiscono la fauna tipica della zona: il nibbio bruno, il martin pescatore, la tottavilla e l’averla piccola, che da anni ormai hanno scelto questi luoghi per la loro riproduzione. Altre specie di uccelli che il turista può avvistare sono il cormorano, l’airone rosso e la gazzetta, visibili nelle loro brevi soste.

Nella zona più interna della riserva, il turista può addentrarsi nel bosco per scoprire varie specie di animali che popolano questi magnifici luoghi, come la lepre, il fagiano, l’istrice, il capriolo e il cinghiale.

Come arrivare

Per visitare la Riserva Naturale è consigliabile raggiungere Monticello, sede del Centro Visita della Riserva Naturale, dal quale si dipartono la maggior parte degli itinerari.

  • Provenendo da Firenze occorre uscire al casello “Valdarno” dell’A1 e percorrere la S.P. n. 11 “Lungo Arno” in direzione di Arezzo; giunti in località Acqua Borra, prima del ponte sull'Arno, si gira a sinistra seguendo le indicazioni per il Centro Visita.
  • Provenendo da Arezzo si percorre la S.R. n. 69 in direzione Montevarchi e, giunti all’abitato di Levane, si svolta a destra in direzione Terranuova Bracciolini (S.P. n. 11); appena superato il ponte sull’Arno occorre svoltare a destra e seguire le indicazioni per il Centro Visita. In alternativa, sempre da Arezzo, è possibile raggiungere Pian di Chena, imboccando la S.P. 1 “Setteponti” in direzione Castiglion Fibocchi, oltrepassando Laterina e seguendo le indicazioni per Montalto; poco prima del Ponte Romito si imbocca la strada sulla destra fino a raggiungere la località Pian di Chena, da dove, nei pressi del ristorante, è possibile percorrere alcuni sentieri di visita.

Chi preferisce raggiungere la Riserva Naturale con i mezzi pubblici può usufruire delle linee extraurbane delle Società SITA e Fabbri, che collegano Arezzo a Montevarchi passando dalla S.P. 1 “Setteponti” (via Castiglion Fibocchi-Laterina), utilizzando la fermata in località Ponte Romito. In treno, la stazione più vicina è quella di Montalto (Laterina Scalo).

In tutte le località con inizio di itinerari sono presenti pannelli che illustrano le caratteristiche dell'area protetta e la direzione dei percorsi escursionistici.
 

 

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 3,1 | Commenti (0) | Scrivi Commento

Realizzazione portali per turismo, vacanze - Rel. 1.11