Notizie

PubblicitÓ

10 apr 2017

GIOIELLO IN VETRINA - LA FIERA ANTIQUARIA DI AREZZO SI ACCENDE DI RIFLESSI D'ORO

Sabato 1 e domenica 2 aprile 2017 su iniziativa della Confcommercio aretina e Federpreziosi, con il patrocinio del Comune di Arezzo, la collaborazione tecnica di Arezzo Fiere e Congressi  e il contributo di GP Motors.

 

Terza edizione per la mostra-mercato di preziosi nel Chiostro della Biblioteca (in via dei Pileati). Stand ad orario continuato dalle 10 alle 19. Gli operatori porteranno il meglio delle loro collezioni tra ori, orologi, gioielli, argenti e alta bigiotteria. Tra le novità di questa edizione, le visite guidate dedicate al gioiello nell’arte a cura di Sandro Farinelli, la performance pittorica della restauratrice Laura Ghezzi, che realizzerà in diretta un affresco riproducendo la duchessa di Montefeltro raffigurata da Piero della Francesca, e il maestro orafo Carlo Badii che mostrerà l’antica tecnica della lavorazione dell’oro a sbalzo. Domenica alle 18 anche la degustazione gratuita di vino biologico del Podere Pomaio Green Winery. La manifestazione è stata presenta in conferenza stampa questa mattina (29 marzo) dalla presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, dal direttore nazionale di Federpreziosi Steven Tranquilli e dal presidente regionale toscano dell’associazione di categoria Roberto Duranti. L’inaugurazione ufficiale è fissata per sabato 1 aprile alle ore 12 alla presenza delle autorità.

 

Torna a colorarsi di riflessi d’oro la Fiera Antiquaria di Arezzo, che in occasione della prima edizione primaverile  sabato 1 e domenica 2 aprile 2017 ospiterà nel cuore del suo percorso “Gioiello in vetrina”, la mostra-mercato di preziosi ideata dalla Confcommercio aretina insieme a Federpreziosi, con il patrocinio del Comune di Arezzo, la collaborazione tecnica di Arezzo Fiere e Congressi e il contributo di GP Motors.

 

Dodici gli stand inseriti all’interno del Chiostro della Biblioteca Città di Arezzo, in via dei Pileati, in un elegante allestimento che si avvale delle teche antiche della biblioteca per esporre i gioielli. Le novità più fresche e sfiziose delle ultime collezioni saranno presentate insieme a pezzi d’eccellenza della tradizione orafa: orologi, ori, argenti, oggetti di grande valore ma anche altissima bigiotteria. L’ingresso è libero e gratuito con orario continuato dalle ore 9 alle 19 in entrambi i giorni.

Ci sarà ovviamente la possibilità di fare acquisti, oltre a quella di partecipare alle visite guidate e ai laboratori pensati appositamente per l’occasione. Ed è proprio questo, il binomio fra i gioielli e l’arte nella storia, la grande novità dell’appuntamento di aprile con i preziosi, il terzo dopo quelli di settembre e dicembre 2016. Un binomio che sarà declinato in tre iniziative diverse curate dall'Associazione La Staffetta e concentrate nella giornata di domenica 2 aprile.

Il maestro orafo Carlo Badii trasferirà nel chiostro parte del suo laboratorio per mostrare al pubblico in diretta l’antica tecnica della lavorazione a sbalzo, già utilizzata per esempio dagli Etruschi. Nel pomeriggio ci saranno le visite guidate a cura dello storico dell’arte Sandro Farinelli, con prenotazione obbligatoria al numero 3480077786 oppure a info@confcommercio.ar.it. Due, alle 14.30 e poi alle 16.30, i tour in partenza dal Chiostro della biblioteca, ognuno destinato ad un massimo di 30 partecipanti. Nelle tappe dell’itinerario anche gli affreschi di Piero della Francesca all’interno della basilica di San Francesco.

 

Alle ore 18 il chiostro accoglierà inoltre la performance pittorica della restauratrice Laura Ghezzi, che realizzerà in diretta un affresco riproducendo il celebre ritratto della duchessa di Montefeltro Battista Sforza, realizzato da Piero della Francesca e ora agli Uffizi. Sarà possibile così conoscere tutte le fasi esecutive di un’opera in “buon fresco”, dall’applicazione del ‘tonachino’ sopra l’arriccio alla preparazione del disegno attraverso la tecnica dello “spolvero”, per passare poi alla stesura dei colori, con particolare riguardo ai modi per rendere tutta la bellezza e la trasparenza dei gioielli indossati dalla moglie del Duca di Montefeltro.

 

Sempre l’arte, ma questa volta enologica, sarà al centro dell’ultimo evento collaterale pensato per “Gioiello in vetrina”, in programma sempre domenica 2 aprile alle ore 18: la degustazione gratuita di vino biologico del Podere Pomaio Green Winery, giovane azienda vitivinicola (la prima vinificazione risale al 2009) che nasce dal recupero di un podere abbandonato da parte di due fratelli, Iacopo agronomo vignaiolo e Marco sommelier ed esperto in comunicazione e marketing.  

 

La terza edizione di “Gioiello in Vetrina” con i suoi eventi collaterali è stata presenta questa mattina (29 marzo) nel corso di una conferenza stampa realizzata all’interno del chiostro della Biblioteca alla presenza della presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, dal direttore nazionale di Federpreziosi Steven Tranquilli e dal presidente regionale toscano dell’associazione di categoria Roberto Duranti. Erano presenti anche il presidente della Biblioteca di Arezzo Alessandro Artini con il direttore Enrico Meacci e Leonardo Peruzzi, presidente di GP Motors sponsor dell’iniziativa.

 

Nella città dell’oro, non poteva mancare uno spazio dedicato al gioiello proprio nel cuore della Fiera Antiquaria, la manifestazione più importante e radicata in città”, ha sottolineato la presidente regionale di Confcommercio Toscana Anna Lapini“Gioiello in vetrina è una piccola “fiera nella fiera” che ha tutta l’intenzione e le potenzialità per crescere e che, soprattutto, ha colmato un vuoto”.

 

“Il nostro obiettivo è promuovere la cultura del gioiello e trasmettere al pubblico quanto, in termini di storia, bellezza e valore, sta dietro alla realizzazione di un monile, ha detto il presidente regionale di Fedepreziosi Roberto Duranti“l’idea di portare i preziosi in mezzo alla gente ha funzionato, abbiamo raccolto pareri entusiasti da parte di aretini e turisti. L’intenzione è quindi di proseguire con questa manifestazione, che infatti nel 2017 sarà riproposta a giugno, settembre e dicembre, sempre in concomitanza con la Fiera Antiquaria ”.

 

L’allestimento floreale di “Gioiello in vetrina” è curato da Gardenar, mentre la vigilanza è affidata alla presenza discreta degli operatori di Ombra Security con la supervisione della Questura di Arezzo per la messa in sicurezza del Chiostro.

 

L’inaugurazione ufficiale della mostra-mercato è fissata alle ore 12 di sabato 1 aprile alla presenza delle autorità, a cominciare dal sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli con l’assessore al commercio Marcello Comanducci, la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e il presidente regionale di Federpreziosi Roberto Duranti.

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 3,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

Realizzazione portali per turismo, vacanze - Rel. 1.11