Notizie

PubblicitÓ

10 apr 2017

La Piazza del Gusto. Eccellenze enogastronomiche delle Terre di Arezzo

Ad Arezzo da sabato 22 a martedì 25 aprile

Il gusto torna in piazza Grande

Ad Arezzo si fa il pieno di gusto. Da sabato 22 a martedì 25 aprile torna in piazza Grande “La piazza del Gusto”, la kermesse ideata dalla Confcommercio in omaggio alle eccellenze enogastronomiche della provincia di Arezzo. 

Oltre quindici, aperti dalle 10 alla mezzanotte, gli stand presenti nella piazza, che si dispiega in un dolce declivio baciato dal sole fra il loggiato vasariano e le case torri medievali. Moltissime le specialità fra le quali scegliere per pranzi, cene o semplicemente per un piacevole spuntino da consumare in piedi o seduti ai tavoli all’aperto: i formaggi freschi e stagionati, i salumi, il pane e le ciacce fritte, la pizzeria gourmet e il cibo di strada della tradizione (dal panino alla porchetta al lampredotto), poi i dolci e perfino un’isola riservata ai piatti “gluten free”, vegan e vegetariani a cura dell’Associazione Cuochi. 

Fra i protagonisti della manifestazione, oltre ai Panificatori e alle Pizzerie aretine che per la prima volta saranno insieme nello stand “Acqua e Farina”, ci sarà ancora una volta l’Associazione Macellai con la maxigriglia per cuocere bistecche, hamburger di Chianina, salsicce e rosticciana di alta qualità. Coldiretti porterà vino e birre biologiche ‘a chilometro zero’, la pizzeria Pomodoro Pachino preparerà la sua gustosa pizza rossa,  mentre i ristoranti Lancia d'oro e Logge Vasari apriranno un corner esterno per servire pasti “take away” e panini farciti di gustosi minihamburger. Non mancheranno i romantici “carrettini” del gelato di Carlo Viti e iniziative collaterali come i laboratori per bambini a cura della Banda dei Piccoli Chef della Lilt, musica e visite guidate al Palazzo di Fraternita.

Vota il contenuto di questa pagina - Punteggio da 1 a 5 1 2 3 4 5

Torna in cima alla pagina

Contributo Voto: 0,0 | Commenti (0) | Scrivi Commento

Realizzazione portali per turismo, vacanze - Rel. 1.11